Ondasolare

World Solar Challenge

Darwin, la perla tropicale del Top End, è una cittadina piuttosto nuova, sonnolenta, caldissima e umida: il mare in questo periodo è pieno di box jellyfish velenosissime e quindi non balneabile. Lo stesso vale per i billabongs e le aree umide dei dintorni infestate da salties: questi ultimi a dispetto del nome non sono patatine ma coccodrilli di sei metri velocissimi e salterini che non disdegnano l’acqua salata. Il sole picchia davvero molto forte anche attraverso le nuvole. Negozi e attività varie si fermano alle 17. Gran parte del team alloggia in una graziosa villetta con giardino ( alcuni in verità alloggiano direttamente in giardino visto che dormono in tenda, ma non ditelo alla padrona di casa) e gli altri in un camping vicino al circuito. Ci si muove necessariamente in auto viste le distanze notevoli tra le sistemazioni, i servizi ed il circuito, la nostra nuova base operativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *