Ondasolare

World Solar Challenge

Martedì 9 febbraio Emilia 3 ha affrontato le prime prove su strada in vista della partecipazione alla Carrera Solar Atacama nell’aprile 2016 in Cile.

I vigili di Castel San Pietro Terme (BO), come sempre gentilissimi, ci hanno concesso assistenza e protezione per due ore.

Con noi c’era tutto lo staff di Onda Solare al completo, tra cui anche i professori dell’Università degli Studi di Bologna: Claudio Rossi, uno degli ingegneri che si occupa della parte elettronica dell’auto e di come questa dovrà essere modificata per affrontare la gara in Cile, e Beatrice Pulvirenti, ricercatrice in fisica tecnica applicata alla fluidodinamica degli impianti ingegneristici, la quale ha posto vari sensori nei punti critici di Emilia 3, per verificare i flussi d’aria che corrono sulla macchina durante la prova reale e quindi per capire quali apparati dell’auto possono essere migliorati.

La scelta del percorso in questa occasione è stata diversa dal solito, in base alle competenze che questa nuova avventura ci chiede di avere. Abbiamo, infatti, deciso di percorrere i 5 km da Magione a Liano, due frazioni di Castel San Pietro Terme, che presentano 200 metri di dislivello, per mettere alla prova la macchina sulle pendenze dei nostri Appennini.

Abbiamo ripetuto più volte tale tratto: in salita per testare i consumi ed in discesa per verificare l’efficienza del recupero di energia elettrica immagazzinata nella batteria mentre il motore  non è alimentato.
In totale Emilia 3 ha quindi percorso 40 km con 800 metri di dislivello, effettuando anche partenze in salita da ferma e dando il cambio ad auto e camion, in particolare camion da cava, che molto probabilmente incontreremo anche durante la gara in Cile verso Calama e San Pedro di Atacama. Il tutto senza scomporsi e senza alcuna difficoltà.

E’ così che abbiamo cercato di prepararci ad affrontare gli estremi dislivelli delle Ande. Siamo consapevoli che le pendenze del nostro territorio non sono paragonabili a quelle che incontreremo, ma questa è stata comunque una grande prova per Emilia 3 e per il team, perché ci ha aiutato ad essere più consapevoli riguardo alle strategie, alle tattiche e alla velocità che dovremmo tenere durante la competizione e alle potenzialità della nostra macchina solare. E’ inutile negare che non sappiamo esattamente cosa aspettarci, che un tracciato come quello a cui andiamo incontro comporterà varie difficoltà, ma tanta è la voglia che abbiamo di metterci in gioco ancora una volta!

Ci teniamo a ringraziare in particolar modo il corpo dei vigili di stato per la disponibilità e l’attenzione che ci riservano in ognuna di queste occasioni.

CarreraSolarAtacama, arriviamo!

 

CSA2016

 

VUOI VEDERE IL VIDEO DELLA PROVA SU STRADA?
VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/Onda-Solare-Italian-Team-World-Solar-Challenge-2011-50083423803/?fref=ts

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *