Ondasolare

World Solar Challenge

Tutti i momenti seguiti alla presentazione del 21 settembre a Maranello e al brindisi serale presso il futuro museo Casa Natale di Enzo Ferrari a Modena sono stati necessari per ultimare alcuni dettagli fondamentali di Emilia 2 in vista della sfida desertica che ci attende tra poco (anzi, pochissimo). Lavoro duro fino all’ultimo su due fronti: ultimare il prototipo e spedire in Australia Emilia 2 avendo la meglio sulla tortuosa compilazione del carnet ATA, sorta di passaporto indispensabile per far viaggiare la nostra solar car. Per fortuna gli specialisti di Saima ci hanno supportato egregiamente.


Lo spazio nella grande cassa assemblata “in diretta” intorno al prototipo è perfettamente ottimizzato, anche nei più piccoli anfratti: utensili, ricambi, vettovaglie riempiono al millimetro il parallelepipedo di legno che dopo quasi quattro ore di lavoro è pronto per partire via gomma alla volta di Malpensa: poi nella pancia di un cargo arriverà ad Hong Kong ed infine a Sydney. Da qui Ruggero e un distaccamento di valorosi membri di Onda Solare percorreranno quasi 5.000 km lungo la ormai famigerata Stewart Highway rimorchiando la cassa fino a Darwin. Una grande avventura in una grande avventura….

Buon viaggio Emilia, buon viaggio ragazzi, ci vediamo a Darwin!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *