Ondasolare

World Solar Challenge

Quella di ieri a Darwin è stata una giornata intensissima. Ci siamo svegliati alle 6.30 e dopo aver fatto colazione siamo andati in autodromo per caricare sul rimorchio Emilia 3, lasciata in condizioni “pronto pista” già nella serata precedente. La strada lungo cui si è svolto il test è la 34 nella Cox Peninsula, una strada che taglia la penisola antistante Darwin e termina sull’altra sponda di Beagle Gulf, il tratto di oceano che bagna Darwin. Con un briefing abbiamo definito gli obiettivi di giornata: verificare il funzionamento complessivo e la guidabilità della vettura, il rendimento e temperature delle batterie, iniziare a definire le incognite che circondano un prototipo al debutto.

I risultati del test sono stati soddisfacenti: la monoposto ha percorso 120 chilometri tra andata e ritorno, partendo e terminando la sessione in uno spiazzo al margine della strada. Il test ha riguardato solo il funzionamento delle batterie, posto che non abbiamo sfruttato l’energia ricavata dal pannello solare. La velocità massima raggiunta è stata di 95 km/h, ma per la maggioranza del tempo ci siamo aggirati sui 70. Numerose le soste, specie all’andata, per verificare che tutto fosse in ordine.

Abbiamo incrociato anche due equipaggi olandesi: Nuon, che percorre le strade australiane da inizio settembre ed è senz’altro uno dei team favoriti, e il Solar Team Eindhoven. In questo momento i tecnici stanno completando l’analisi dei dati raccolti e facendo qualche modifica sulla base di essi.

IMG_53128

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *