Ondasolare

World Solar Challenge

Dal Control Stop di Tennant Creek:

Il primo giorno di World Solar Challenge, 6 ottobre, è scivolato via liscio liscio.

Tutto il team si è mosso correttamente allo start di Darwin, e poi Emilia 3 ha superato brillantemente le salite tra Darwin e Pine Creek che nel 2011 avevano messo in grossa difficoltà Emilia 2. Siamo arrivati al Control Stop di Katherine, 320 km da Darwin, alle 13.50, in perfetto orario sulla tabella di marcia. Katherine ci ha accolto con un clima torrido dovuto al posto, all’orario e agli incendi (bushfire) nelle immediate vicinanze. L’ampio spazio di sosta in asfalto poi non faceva altro che peggiorare la situazione. Allo Stop Control abbiamo trovato altri team come Blue Sky Solar Racing, i coreani di KUST, i canadesi con Eclipse 8 e gli australiani di UWS Solar Racing.

Non possiamo fare una classifica o avere certezze in merito alle eventuali disavventure degli altri equipaggi, ma siamo certi che alcuni fossero in difficoltà già nella mattinata: gli svedesi di JU Solar Team erano fermi qualche chilometro dopo il via, mentre i coreani di KUST senz’altro a mezzogiorno erano già stati costretti a caricare la loro auto sul rimorchio.

In testa, secondo una bozza di classifica provvisoria stilata al Control Stop, Nuon, Cambridge, Twente, Michigan e Tokai. Nella mezz’ora di sosta obbligatoria il team si è riposato mentre Emilia 3 ricaricava un po’ le batterie. Infine, prima di ripartire,Ruggero Malossi ha lasciato il volante a Gianluca Filippini.

Tutto regolare anche nel pomeriggio, ma nelle ultime due ora di gara, tra le 15 e le 17 abbiamo raggiunto un team giapponese che non abbiamo voluto superare data l’imminente fine della giornata, e siamo così rimasti un po’ rallentati alle loro spalle. A sorpresa verso le 16.30 abbiamo incrociato a bordo strada il team della Kogakuin University, secondo nelle qualifiche di sabato, già in fase di ricarica delle batterie con il pannello verticale.

Noi invece abbiamo fermato Emilia 3 alle 17 come da regolamento, e ci siamo accampati a bordo strada sotto le stelle a 488 km dalla partenza.

Seguono aggiornamenti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *